SUBITO

LO SPESSORE UMANO DEI PERSONAGGI NEL ROMANZO

Chi volesse prenotare la copia cartacea (costo: 16 €) può farlo scrivendo a facciascancellata@libero.it

Mentre scrivo il terzo post della serie di dieci in cui ti spiego da cosa devi partire se vuoi scorgere in di te il romanziere potenziale (che è in ognuno),  ascolto canzoni molto diverse. Alle persone reali accade: perchè non dovrebbe avvenire per i personaggi? Se non variano diventano monodimensionali e quindi fasulli. Un personaggio deve essere vivo.

Stavo ascoltando, per esempio, “Siamo merdionali” (1980), di Mimmo Cavallo, che forse dimostra come alle volte s’imbrocca una sola cosa degna di nota nella vita: la canzone funziona ancora, sia nel testo, che nella musica e nell’arrangiamento (indipendentemente dal gusto). Non mi credi? Ascolta:

Ascolto anche “Space Oddity” in questa versione, stile “Gravity” (l’innovativo film con Sandra Bullock e George Clooney). Chris Hadfield ci fa immaginare assieme a lui, soli e persi nello spazio: la metafora di quel che siamo sulla terra. Si tratta di una revised version of David Bowie’s Space Oddity, recorded by Commander Chris Hadfield on board the International Space Station.

Mi commuove: un ragazzino diventa astronauta solo per poter cantare nello spazio la canzone di David Bowie, che ha amato nell’infanzia!

Dopo, do uno sguardo alla realtà circostante, e scopro l’autenticità di Beppe Grillo. Vedo come porta avanti la rivoluzione culturale e politica, basandola sull’esempio che dovrebbe trasformarci da popolo di mafiosi e machiavellici in esseri umani che vivono credendo nel valore pragmatico della solidarietà. Bisogna ritornare alla Comunità Europea!

Guarda questo video e dimmi che ne pensi. Ho scelto per te la parte che innalza sino all’acme l’attenzione:

UN COMPITO PER ROMANZIERI… CHE LO DIVERRANNO:

I personaggi devono avere spessore ed evolvere per esseri veri, talvolta più veri delle persone reali!

Scrivi il racconto su un adolescente, Alberto, che tenta più volte di suicidarsi in modo plateale, che rigetta visceralmente il mondo circostante. C’è un vicino di pianerottolo, Ruggero, un  prof in pensione, che invece, con le unghie e con i denti tenta di mantenere la deambulazione, nonostante l’acutizzarsi dei sintomi della sclerosi laterale amiotrofica, una patologia neurodegenerativa.

I due, un giorno, si incontrano in ascensore, che si blocca, e per la prima volta parlano. Cioè, in una situazione claustrofobica, sono spinti a rivelarsi per quello che sono, anche in modo conflittuale. Mostra empaticamente ed emozionalmente come dal conflitto possa scaturire l’amicizia, nonostante il divario d’età.

Quali cose pazze faranno per ritrovare un senso alla vita?

Come al solito, la storia è solo un pretesto, il vero obiettivo è di rendere chiari al lettore dei punti di vista inediti, inesplorati, impensati, e magari spingerlo pure alle lacrime o alla rabbia (non contro l’autore che scrive male, ma per l’emozione che sa generare in lui, scrivendo benissimo!) 🙂

Che fai, ti arrendi? Pensi di non esserne capace? E quando allora ti commuovi vedendo un film? E quando un libro diventa “cult” per te? Possibile che sei nato per essere inabile a coordinare e a dire quel che provi?!?

Penso che se vorrai scrivere questa storia ne sarai anche capace. Può anche essere di soli mille caratteri (una striminzita paginetta, quasi in stile twitter!).

Se lo scrivi, poi fammelo leggere, me lo puoi inviare qui: paciukochiocciolalibero.it [N. B. sostituisci il simbolo @ laddove è scritto chiocciola nell’indirizzo email]

(c) Viktor Paciuko

facciascancellata copertina_01062014b(Clicca sul link https://www.facebook.com/pages/Facciascancellata/683086441754848?fref=ts e poi su “mi piace”.)

Tratto da “Facciascancellata” – (c) Viktor Paciuko (costo: 2,69 €)

http://www.amazon.it/gp/product/B00ICLJUQO?*Version*=1&*entries*=0

Chi volesse prenotare la copia cartacea (costo: 16 €) può farlo scrivendo a facciascancellata@libero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...