UNA ENORME SCENEGGIATA A CIELO APERTO

facebookV. – La società è un’enorme sceneggiata per permettere la vita organizzata. Nessuno ne sa realmente niente. La vita si moltiplica e si diffonde in tutte le direzioni, ma ciò non implica che debba arrivare da qualche parte.
Sara – Appunto. Una volta si discusse in classe con una prof dell’argomento morte, e un mio compagno, che è sempre stato stupido e superficiale con tutti, disse: ma una persona non può finire così! Aveva lo sguardo perso nel vuoto. Penso che non me lo scorderò mai. Perché è vero… nelle persone c’è vita. La vita dove ci porta? Non può farci vivere quell’attimo, e poi consumarci sino a farci sparire, come non fossimo mai esistiti. Deve esserci qualcos’altro, per forza.
V. – E’ la mente umana che ragiona in modo finalistico. Come possiamo reggere all’assenza di significato della vita? Se volessimo ‘andarcene prima’ per protesta, non sarebbe come premere l’interruttore della luce.
Sara – Sì, è molto molto più complicato.
V. – Sono refrattario all’idea della morte e non solo per ragioni di ordine estetico. Si vive… per non morire.
Sara – Appunto.
V. – Nel frattempo che si fa? Si sviluppa un senso di appartenenza, si sviluppano delle relazioni.
Sara – Fin qui è chiarissimo.
V. – Quando dicevo che l’unico senso della vita è il sesso, è perché la biologia è giunta alla conclusione che la cellula, prima dell’apparizione della riproduzione sessuale, fosse immortale.
Sara – Qui non ti seguo.
V. – La cellula vivente ai primordi della vita si moltiplicava per divisione. Ma con l’entrata in scena del sesso, l’organismo portatore del patrimonio ereditario, svolto il suo ruolo, diventava inutile. Se ci rifletti, il testimone che passa fra le generazioni è il DNA, che è immortale. Sono mortali gli uomini, generazione dopo generazione.
Sara – Questo è logico, ma continuo a non capire il nesso della cellula.
V. – Il sesso è l’unico scopo.
Sara – Va bene… ma il sesso è lo scopo della specie, non di Sara! Come non lo è di Lucia Colasberna o Mattia Fattapposta [ho cacciato nomi e cognomi a caso]! Sarà lo scopo della specie, ma non è il mio! E poi, in realtà, lo scopo non può essere il sesso per te, perché il sesso è dato alla specie per riprodursi. Allora tu non fai figli, proteggi il rapporto sessuale. Quello è sano divertimento.
V. – Si tratta di cose che sfuggono alla nostra volontà e consapevolezza. A proposito… Somiglio abbastanza a tuo padre? Diciamo quel giusto che ti consenta di innamorarti di me?
Sara – Si, molto. Ma non so cosa ne pensa di queste cose.

Acquista il libro cartaceo o digitale  con Postepay in meno d’un minuto!

Son così poche le cose che ci fanno star meglio,

che quando le si incontra farci un pensierino non è male…

Tratto da “Facciascancellata” di Viktor Paciuko  Facciascancellata_Cover

http://www.amazon.it/dp/B00W6J45AO/

Leggine un estratto.

In vendita su Amazon.com

Libro (costo € 12,47)

Versione digitale (costo € 3,14)

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su facciascancellata

facciascancellata
Questa voce è stata pubblicata in 12.47€, 3.14€, amazon, ebook, facciascancellata, facebook, google, kindle, libro, libro digitale, romanzo, Uncategorized, viktor paciuko, youtube e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...